LA VERTENZA. Jabil, De Luca ‘vede’ 600 operai al lavoro entro il 2019

LA VERTENZA. Jabil, De Luca ‘vede’ 600 operai al lavoro entro il 2019
image_pdfimage_print

Marcianise. La riunione odierna del tavolo di crisi sulla situazione della Jabil di Marcianise, tenutasi al Ministero dello Sviluppo economico con Giampiero Castano del Mise, le organizzazioni sindacali, i rappresentanti dell’azienda, l’Assessore alle attivita’ produttive della Regione Campania Amedeo Lepore, ha definito un accordo tra le parti, che permette di riprendere il cammino per il rilancio dell’iniziativa produttiva di questa fabbrica e dell’area territoriale della provincia di Caserta. In questo modo si prepara con maggiori certezze l’apertura del centro di competenza globale previsto a Marcianise. L’assessore Lepore ha dichiarato a questo proposito: “La partecipazione costante della Giunta De Luca ai tavoli di crisi ha contribuito in modo essenziale a questa soluzione positiva della vertenza. Ringraziamo il Ministero e il Dott. Castano per la sensibilita’ manifestata in ogni fase di questa vicenda e sottolineamo il senso di responsabilita’ delle parti sociali, del sindacato, dei rappresentanti dei lavoratori e dell’azienda per aver condotto un dialogo costruttivo e aver definito una scelta risolutiva. Proseguiremo nella verifica degli accordi raggiunti e nella loro integrazione con iniziative di sviluppo per assicurare un futuro a quella realta’ industriale. La Giunta De Luca continuera’ a fornire il proprio contributo fattivo e di sostegno al rilancio della attivita’ produttiva e agli investimenti in questa area cruciale della Regione”. Nell’intesa Jabil si impegna, sulla base dei volumi produttivi e delle attivita’ previste dall’evoluzione del piano industriale da sviluppare nel sito di Marcianise, a garantire un organico nel corso del 2018 che raggiungera’ un massimo pari a 450 risorse, con l’impegno a mettere in campo, nel 2018, tutte le azioni per raggiungere l’obiettivo delle 600 unita’, in funzione dell’acquisizione di nuovi clienti. Al fine di garantire una prospettiva industriale a medio e a lungo termine del sito di Marcianise, l’azienda conferma l’impegno a mettere in campo tutte le azioni necessarie per l’implementazione del piano industriale fra cui: l’apertura del Centro di Innovazione Blue Sky Italia la cui inaugurazione e’ prevista il 5 dicembre 2017; l’inserimento della struttura commerciale del sito di Marcianise all’interno dell’area vendite europea del Gruppo, con l’obiettivo di allocare nuove opportunita’ di business anche fuori dall’Italia; il completamento, entro il 2019, del progetto “JabilSmart Factory” avviato nel 2017 per l’implementazione delle nuove tecnologie abilitanti l’industria 4.0. Ancora, “l’attivazione di politiche attive del lavoro, di outplacement, formazione e di facilitazione delle risoluzioni del rapporto di lavoro per la gestione delle eccedenze pari a 250 risorse; il rinnovo del contratto di solidarieta’ difensivo ex. Art. 1, co. 1, legge 863/1984 a partire dal 1 dicembre 2017 sino al 23 settembre 2018 che riguardera’ tutti i dipendenti dello stabilimento di Marcianise che effettueranno una riduzione del proprio orario di lavoro”. Le parti, per la gestione delle eccedenze pari a 250 risorse, convengono sull’attivazione di politiche attive del lavoro, di outplacement e la risoluzione consensuale ed incentivata del rapporto di lavoro.

Related posts