La tradizione popolare rivive nella “Nott e San Giuanne”

La tradizione popolare rivive nella “Nott e San Giuanne”
image_pdfimage_print

Marcianise (p.g.). Il 23 giugno, vigilia del giorno di venerazione del Santo, anche Marcianise riscoprirà le antiche tradizioni e le magie di una festa che saluta il solstizio d’estate e che è diffusa in tutto il continente. La notte di San Giovanni che con i suoi falò ha ispirato anche Cesare Pavese che nel suo “La Luna e i falò” ricorda quelle atmosfere della campagna piemontese, verrà celebrata a Marcianise nel cortile dell’associazione NON è, organizzata da quest’ultima in collaborazione il sodalizio Radici e con il patrocinio del comune di Marcianise e del Comitato per la Protezione del Patrimonio Immateriale. “Nott e San Giuvanne” che ogni anno a Marcianise attira un pubblico proveniente da tutta la Campania, sarà animata da balli e canti della tradizione tipica popolare, immancabile la tammorra e una ricostruzione delle atmosfere legate alla tradizione. La manifestazione rientra anche in una serie di tappe che durante l’anno Radici organizza per il recupero e la salvaguardia del tipico ballo e canto sul tamburo del circondario marcianisano. Quello di San Giovanni è un appuntamento da non perdere, che si rinnova di anno in anno ospitando anche altre paranze dalla tradizione campana.

Related posts