Caserta/Maddaloni. Il primo messaggio di cordoglio arriva da Francesco Brancaccio, segretario provinciale del Nuovo Psi. “Con la morte di Ferdinando Imposimato se ne va non solo un grande un giurista e magistrato, ricordiamo che è stato il giudice istruttore di alcuni tra i più importanti processi di terrorismo, come quello per il caso Moro e quello per l’attentato al Papa, ma se ne va un uomo di grande cultura che ha spronato e lavorato politicamente per il riscatto sociale e culturale della sua amata terra, una persona splendida, di grande umanità e sensibilità. La sua carriera parlamentare iniziò  nel 1987 quando venne eletto al Senato come indipendente di sinistra è nel 2000 ricoprì anche l’incarico di Responsabile Giustizia  nella segreteria nazionale dei Socialisti Democratici Italiani.  A nome del Partito Socialista Italiano Esprimo il nostro cordoglio più profondo e la vicinanza ai suoi familiari”. Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris lo ricorda così: “Da ieri la Costituzione ha 70 anni,​ ​oggi è morto il giudice Imposimato​. L​ottava con passione per l’attuazione della Carta.​ ​Addio Ferdinando​”.