Caserta (Pasquino Corbelli). Completata la preparazione in sede la Casertana ha raggiunto nel primo pomeriggio di oggi la Sicilia e precisamente Catania dove domani allo stadio “Massimino” è in programma l’incontro con la Sicula Leonzio. L’unico assente di questa trasferta è Tuchetta infortunatosi poche ore prima della gara contro la Paganese. I falchetti, con a capo mister D’Angelo, guardano a questo impegno con particolare ottimismo, senza però snobbare più di tanto l’avversario di turno che in questo campionato ha ottenuto, comunque, ottimi risultati nonostante che si presentasse ai nastri di partenza con l’etichetta di “matricola”. Il tecnico Luca D’Angelo, per le indicazioni carpite durante la preparazione a questa gara, sembra più che mai intenzionato a confermare lo stesso undici iniziale con l il quale ha affrontato il derby con la Paganese. Quindi, verosimilmente, vedremo i falchetti rossoblù schierati con il modulo 4-3-1-1 con Galli, Rainone, Polak e D’Anna davanti al giovane e bravo portiere Cardelli, De Marco, Rajcic, De Rose a centrocampo con Carriero, che tante attenzioni sta avendo anche da formazioni di categoria superiore, davanti al tandem Marotta, Alfageme con Padovan, che si è ristabilito dall’infortunio patito qualche settimana fa, pronto eventualmente a subentrate a partita in corsa. Concludiamo oggi dando notizia di un’importante iniziativa che sta mettendo in campo la Lega Pro, ci riferiamo alla nascita della cosiddetta “Certificazione etica” per club che “vuole essere un riconoscimento alla correttezza, all’etica e ai valori di un determinato percorso che compiono i club- spiega Gabriele Gravina, Presidente Lega Pro- ed è un’ulteriore conferma che mette in risalto il valore aggiunto della responsabilità sociale dello sport per la comunità e il territorio”. “Il livello di partecipazione dei club- continua Gravina- sarà così premiato da incentivi e la certificazione diventa testimonianza concreta dell’impegno etico”. Il documento verrà presentato nell’Assemblea dei club di Lega Pro, fissata a Tivoli per il 30 novembre. La riunione del Comitato Etico ha riguardato anche la revisione del Codice Etico, strumento di cui la Lega si è dotata e che contiene le norme e i principi generali di correttezza etica che devono rispettare la Lega e le sue società.