Interporto Maddaloni-Marcianise, 56 lavoratori rischiano il licenziamento

Interporto Maddaloni-Marcianise, 56 lavoratori rischiano il licenziamento
image_pdfimage_print

Marcianise/Maddaloni (C.Z.). Cinquantasei lavoratori dipendenti delle aziende Intercos e Sogesa rischiano il licenziamento. La società Interporto Sud Europa ha, infatti, unilateralmente revocato il contratto di appalto alle due società operanti all’interno della struttura interportuale. Ecco la nota della UGL in risposta a questa inattesa decisione della ISE: Le organizzazioni sindacali denunciano la grave situazione che colpisce i lavoratori delle Aziende Intercos e Sogesa operanti all’interno dell’Interporto Sud Europa, a seguito della grave unilaterale decisione dell’ISE di revoca del contratto di appalto e la conseguente messa in mobilità da parte delle Aziende. Viene vanificata con un atto grave e inatteso da parte di ISE una paziente e responsabile opera da parte del sindacato di gestire con un periodo di Cassa Integrazione Ordinaria le difficoltà emerse negli ultimi mesi. Nella giornata odierna infatti, era convocata una riunione presso la Confindustria Caserta per certificare l’accordo tra le parti sul ricorso alla CIGO che invece si è trasformata in un incontro per l’apertura della procedura di mobilità. Di fronte a questo scenario le Organizzazioni hanno chiesto un rinvio per conoscere i motivi della inattesa e unilaterale decisione della Società Interportuale e, laddove essa perdurasse, mettere in campo tutte le iniziative necessarie alla revoca di questa scelta grave che mette sulla strada decine di lavoratori e le loro famiglie.

 

 

Related posts