Inchiesta sul concorso truccato dei vigili, parla Di Nardo

Inchiesta sul concorso truccato dei vigili, parla Di Nardo

Mondragone (Maria Assunta Cavallo). Il Consiglio dei MInistri chiede una verifica immediata sul concorso che ha visto l’assunzione a tempo determinato di dodici vigili urbani al comando Municipale di Mondragone. L’atto è stato firmato dal viceprefetto Anna Maria Ambrosini che fa seguito ad una segnalazione inviata dalla Cgil di Caserta. Riguardo alla vicenda, e quindi, alla corresponsione di compensi aggiuntivi ai dipendenti in ragione del “principio di omnicomprensività”, secondo il quale il trattamento economico deve remunerare tutte le funzioni ed i compiti attribuiti ed ogni altro incarico aggiuntivo conferito d’ufficio, sia che l’attività venga svolta nell’ambito dell’orario di lavoro sia che essa venga svolta a di fuori dello stesso, da compensare in tal caso col lavoro straordinario, il comandante Di Nardo sostiene che “nessun dipendente ha chiesto o ottenuto compensi aggiuntivi”. Mentre, per riguardo alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del bando di concorso per l’assunzione dei vigili estivi, il comandante precisa che “la giurisprudenza ammette che qualora il bando di concorso è normato dall’Ente, non vi è l’obbligo della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, come accaduto in questo caso. Il bando doveva essere pubblicato esclusivamente sul sito del Comune, come è stato già fatto in passato. Dunque, non vi è stato nulla di nuovo da poter suscitare tutto questo stupore”.

Related posts