PIETRAMELARA – Militari appartenenti alle Stazioni Carabinieri Forestale di Pietramelara e Vairano Patenora, durante un servizio di perlustrazione del territorio, hanno notato una colonna di fumo scuro ergersi dalla località “Via Pantano” del comune di Pietramelara.
L’origine della colonna di fumo è stata in pochi minuti individuata provenire dall’interno di un piazzale di una locale ditta di autotrasporti in cui era in atto un abbruciamento di un cumulo di rifiuti di varia tipologia, tra cui plastica, ferro, vetro, carta e cartone.
I predetti Carabinieri Forestale hanno rinvenuto ed identificato sul posto il Sig. M.V. dell’età di 79 anni che ammetteva spontaneamente di aver acceso lui il cumulo di rifiuti in combustione presente nel piazzale al fine di eliminare alcuni materiali di scarto.
Dopodiché gli stessi militari hanno proceduto al sequestro probatorio del cumulo di rifiuti nonché l’area adiacente in cui erano presenti altri rifiuti speciali non combusti depositati sul suolo in maniera incontrollata.
Il Sig. M.V. è stato deferito in stato di libertà per il delitto di combustione illecita di rifiuti e per l’illegale gestione di rifiuti speciali. La posizione del titolare dell’azienda è stata invece rimessa al vaglio della magistratura inquirente.

Il rogo di rifiuti a Pietramelara