Il sindaco dedica la sua vittoria a Giuseppe Moriello e ai malati di cancro della città

Il sindaco dedica la sua vittoria a Giuseppe Moriello e ai malati di cancro della città

Marcianise (P.G.) Il controllo del territorio, i serrati controlli nella zona ASI per bloccare le industrie inquinanti vengono dedicati da Velardi ai tanti marcianisani che, purtroppo, negli anni sono stati colpiti da malattie incurabili. In effetti, come da anni si ripete, Marcianise ha un livello di mortalità per questi mali molto alto. Così come, sempre più spesso, si viene a conoscenza di bimbi e giovanissimi che affrontano problemi oncologici e malattie molto rare appena qualche decennio fa. Diffusione di malattie che ha portato a parlare di un nuovo  triangolo della morte, unendo in questa macabra figura geometrica Marcianise con Acerra e Maddaloni. Ma Velardi dedica, quella che vien definita una vittoria, anche a Giuseppe Moriello, ventitreenne che sta affrontando la sfida della sua vita con una leucemia aggressiva e la cui ultima spiaggia è una cura costosa negli Stati Uniti.  Ecco la dedica del Sindaco: “Dedico questa vittoria a tutti i marcianisani che non ce l’hanno fatta. A coloro che sono caduti lungo la strada, di ogni età, di ogni condizione sociale, stroncati dal cancro e dalle malattie originate da una politica cieca, meschina di totale disattenzione alle tematiche dell’ambiente. Dedico, in particolare, l’ordinanza che ho appena firmato a chi in queste ore sta combattendo la battaglia contro la morte. La dedico a Giuseppe Moriello, giovane mio concittadino, che grida al mondo intero il suo diritto a vivere e che per tal motivo si avvia a fare l’ultimo viaggio della speranza verso gli Stati Uniti. Mano nella Mano con Giuseppe, hanno scritto i suoi amici e i suoi familiari che cercano aiuto per questo viaggio che vale una vita e che hanno innescato una straordinaria catena di solidarietà. La nostra mano è qui, tutta Marcianise è in questa catena. Tutti insieme vinceremo.”

Related posts