GRAVE LUTTO NELLA PRO LOCO CASERTANA. E’ morto l’ex vicepresidente

GRAVE LUTTO NELLA PRO LOCO CASERTANA. E’ morto l’ex vicepresidente


È venuto a mancare ieri sera Luigi Paolella, presidente della Pro Loco Letino e già Vice Presidente provinciale dell’Unione Nazionale delle Pro Loco Italiane provincia di Caserta. Amato da tutti i soci ed apprezzato per l’impegno giornaliero che profondeva per la sua amata Letino e per tutta l’organizzazione provinciale. Nonostante costretto su una sedia a rotelle, non si risparmiava nel promuovere i valori, le tradizioni, l’enogastronomia che contraddistingue la provincia di Caserta. Sembra che proprio la malattia con cui lottava da anni lo abbia portato via, lasciando gli oltre 10.000 soci delle pro loco nello sconforto. Vi terremmo aggiornati per la celebrazione delle esequie.

Ecco il testo dell’Unpli Caserta dopo la dipartita di Paolella:
La dipartita di un essere umano suscita sempre stupore e incredulità, come se la morte non facesse parte della vita stessa.
Ieri è venuto a mancare Luigi Paolella, presidente della Pro Loco di Letino e vice presidente dell’UNPLI Caserta, per me un caro amico e grande esempio di energia vitale.
Luigi era una persona impegnata su tutti i fronti, una di quelle persone che, seppure limitato nella libertà dei movimenti a causa di una malattia altamente invalidante, mai si poteva ritenere, né voleva rimanere, inattivo: era il primo a impegnarsi nelle campagne Telethon ed era un punto di riferimento per tutte le pro loco del Matese, grazie al suo forte impegno è nato il Consorzio Turistico delle pro loco del Matese. Luigi era anche fortemente impegnato per la costruzione di un coordinamento matesino tra le associazioni che si occupano di folklore.
Il suo ruolo all’interno all’organizzazione che rappresento è stato fondamentale nei momenti più critici, perché Luigi era sempre disponibile a trovare una soluzione e a dare il suo contributo.
Mi mancherà e mancherà a tutti i suoi innumerevoli amici.
Oggi le pro loco casertane sono in lutto, così come credo il Matese abbia perso uno dei suoi amatissimi figli.


Related posts