SANTA MARIA CAPUA VETERE – Un camionista di 55 anni, originario della provincia di Caserta, è stato fermato dalla Polizia Stradale di Siena poiché aveva taroccato la scatola nera del mezzo per impedire, così, la registrazione dei suoi tempi di guida e di riposo. E’ accaduto lo scorso lunedì a Gracciano dell’Elsa (Si), sulla strada statale 541,nel corso della ‘Operation Truck and Bus’, disposta dall’organismo europeo Tispol- European Traffic Police Network, finalizzata a intensificare l’attività di prevenzione nei confronti di chi guida i mezzi pesanti. L’autista tornava dalla cava di Torniella, nel comune di Roccastrada (Gr) e, dopo aver scaricato materiali inerti, aveva piazzato una calamita sul sensore del cambio per taroccare i dati e guidare,così, senza riposare a sufficienza. Pensava di farla franca e ritornare a Santa Maria Capua Vetere senza incappare nei controlli, ma ha fatto male i conti, tant’è che i poliziotti gli hanno ritirato la patente e tolto 10 punti, multandolo con 2.000 euro. Ora il camionista potrà usare il tir solo dopo averlo rimesso in regola.