FAIDA DI CAMORRA. Omicidio del boss Piccolo, assolto il rivale Buonanno

FAIDA DI CAMORRA. Omicidio del boss Piccolo, assolto il rivale Buonanno


MARCIANISE – ‘Assolto per non aver commesso l’omicidio del boss Angelo Piccolo’. E’ stato questo il verdetto del presidente Giuseppe Provitera della Corte di Assise del tribunale di Napoli per Gennaro Buonanno di Marcianise, esponente di spicco del clan Belforte, attualmente agli arresti domiciliari a Roma per motovi di salute. Non avrebbe partecipato all’omicidio del capoclan dei Piccolo, gruppo camorristico rivale dei Belforte. Il delitto fu commesso nel 1996 all’esterno di un ristorante a Casoria (Napoli) . Buonanno, è stato difeso dagli avvocati Massimo Trigari e Giuseppe Foglia. Invece per il delitto Piccolo sono stati già condannati, precedentemente, Salvatore Belforte e Felice Napoletano, mentre sono stati assolti Antimo Piccolo e Pasquale Cirillo che hanno celebrato il rito abbreviato.


Related posts