EMERGENZA RIFIUTI A SAN FELICE. Ferrara e Savino senza peli sulla lingua: ecco tutta la verità, la Buttol ci ha lasciato a piedi

EMERGENZA RIFIUTI A SAN FELICE. Ferrara e Savino senza peli sulla lingua: ecco tutta la verità, la Buttol ci ha lasciato a piedi


SAN FELICE A CANCELLO (cs) – “E’ arrivato il momento di far chiarezza, perché in queste ultime ore si sta facendo molta confusione sulla vicenda della raccolta dell’umido”. A parlare sono il sindaco di San Felice a Cancello Giovanni Ferrara e l’assessore all’Ambiente, Ecologia e Manutenzione, Orlando Savino che, sin dal loro insediamento, si son trovati difronte ad una situazione di emergenza totale, sul fronte della raccolta dell’umido che sta creando non pochi disagi alla città della Valle di Suessola ed alzando polveroni talvolta anche poco chiari e pilotati. “I sanfeliciani devono conoscere la verità: la Buttol srl, azienda che gestisce la raccolta rifiuti sul territorio oramai da qualche tempo, ci ha lasciato a piedi. In poche parole, in una nota ha voluto precisare che vista l’emergenza di queste settimane non garantirà il servizio di raccolta dell’umido. Abbiamo, ovviamente, scritto e riscritto alla proprietà ma non ci sono arrivate risposte concrete”, dice il primo cittadino, che ha cercato di chiudere pagando anche anticipatamente, qualche contratto con siti di trasferenza Casertani per evitare di aggravare la situazione. “I nostri concittadini hanno ragione ma, purtroppo, abbiamo le mani legata nonostante insieme al funzionario del servizio Ambiente, Michele Bergamo, segnaliamo i disagi e le anomalie quotidianamente, attraverso pec. In questo momento è l’unica cosa che possiamo fare, ma non è escluso che metteremo in atto azioni legali forti”, prosegue l’assessore Savino. Intanto, la fascia tricolore lancia un appello ai suoi concittadini. “Vi chiedo di pazientare, avete perfettamente ragione. San Felice a Cancello non merita questo, ma noi come amministrazione comunale stiamo mettendo in atto le azioni per poter evitare ulteriori disagi. Questa fase passerà, e l’emergenza diventerà solo un brutto ricordo”.


Related posts