Marcianise. Dopo la sconfitta nel finale contro la capolista Albanova, non sono mancate le polemiche tra tifosi e società del Marcianise. Un gruppo di tifosi ed appassionati che dal 2008 prende il nome di ‘Stirpe Marcianisana’, ha rilasciato un comunicato molto duro sulla propria pagina ufficiale di facebook nei confronti della nuova società U.S. Marcianise (nata proprio quest’estate). Ecco quanto riporta il comunicato: “Come ben sapete, per scelta abbiamo deciso di prendere le distanze da questa pseudo realtà calcistica che attualmente pretende di rappresentare la nostra città militante in un campionato provinciale quale la Promozione. Ovviamente non ne abbiamo mai fatto una questione di categoria, i motivi che hanno spinto noi e l’intera tifoseria organizzata a fare questa scelta sono ben altri. Ebbene oggi vogliamo spendere due paroline su come stanno andando le cose. Dalla foto postata potete vedere coi vostri occhi qual’è la situazione. La Rifo sud di Buonpane, perché come abbiamo spesso ribadito quel logo non rappresenta la storica U. S. Marcianise come si vuol far passare, al giro di boa del campionato di Promozione è già staccata di nove punti dalla capolista. Si trova al terzo posto virtuale, dato che due squadre alle spalle hanno una partita in meno, dunque potenzialmente possono superare i “bau bau” in classifica. Cosa possiamo dire al riguardo: loro hanno voluto calpestare la volontà della tifoseria, hanno testardamente voluto creare la spaccatura sapendo che la tifoseria organizzata non voleva abbandonare i colori sociali che hanno fatto la VERA STORIA del calcio a Marcianise, mostrando arroganza e mancanza di rispetto. Si vantano di avere importanti sponsor al loro fianco tanto da sembrare più un agenzia pubblicitaria che una società calcistica… E i risultati quali sono?!? NOVE punti dalla vetta dopo appena metà campionato, un campionato PROVINCIALE. Ma vi rendete conto di che flop stiamo parlando!? E questi hanno pure il coraggio di vantarsi di essere la vera Marcianise calcistica?? Noi lo abbiamo capito subito, dal primo momento e sappiamo quali scenari aspettarci. Se volete un consiglio, ricordatevi che in ogni città che si rispetti, quelli che contano soprattutto SONO I TIFOSI. Se un giorno lo capirete e agirete di conseguenza allora potrete parlare liberamente, ma al momento visto come si stanno mettendo le cose meritate solo un appello: IATEVENN!”. Vedremo se la società bianco azzurra, come detto già nel comunicato, continuerà a prendere le distanze dai suoi tifosi o se comunque, come ci si augura, si arriverà ad un punto di incontro. Seguiranno aggiornamenti.