Arresto nel Casertano (foto di repertorio)

MARCIANISE – Dopo un inseguimento di circa un chilometro, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise hanno fermato e arrestato due malviventi che fuggivano a piedi dopo essere stati sbalzati dalla moto sulla quale erano bordo dopo un tentativo di rapina ai danni di una donna di 65 anni. Si tratta di M.R.D., 35 anni, di Melito (Napoli) e E.S., 21 anni, di San Salvatore Telesino (Benevento). I due, in sella a un motociclo, sono stati intercettati dai militari dell’Arma a San Nicola La Strada, dopo la segnalazione della vittima della tentata rapina. Braccati dai carabinieri, sono stati costretti a invertire la direzione verso Marcianise e, così, fuggendo nel senso vietato di marcia non si sono accorti di un’auto che proveniva regolarmente dalla direzione opposta. L’urto tra auto e moto li ha fatti sbalzare dalla sella ma i due malviventi non si sono dati per vinti e hanno tentato una inutile fuga a piedi, fermata subito dopo dai carabinieri. I due malviventi sono stati trovati in possesso di una pistola a salve senza il tappo rosso, due scalda-collo di colore nero, due caschi di colore nero, come indicato dalla vittima, oltre che di due orologi di marche di lusso. Il tutto è stato sequestrato. I due arrestati, dopo le medicazioni da parte del personale sanitario, sono stati trasferiti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Gli arresti sono stati eseguiti nell’ambito di particolari controlli del territorio eseguiti dai carabinieri in collaborazione con il personale del X Reggimento Carabinieri Campania.