Divieto di cibo ai randagi, Velardi fa un passo indietro e revoca l’ordinanza

Divieto di cibo ai randagi, Velardi fa un passo indietro e revoca l’ordinanza

Marcianise (Pino Giuliano). Revocata l’ordinanza che vietava sul territorio cittadino di somministrare pasti agli animali randagi. Si stava lavorando da tempo per creare le condizioni per la revoca. In particolare ci si preoccupava del branco di cani presente nella zona ospedaliera, in via Orto dell’Abbate. Cani che più volte avevano inseguito ciclisti e passanti. La contestata ordinanza è stata revocata in considerazione del fatto che: “il Servizio Veterinario della A.S.L., a partire dal primo ottobre c.a., ha attivato un gruppo di lavoro che si occupa esclusivamente del problema randagismo e che immediatamente ha dato inizio, con maggiore impulso, ad un programma di controllo delle popolazioni canine e feline vaganti attraverso la sterilizzazione chirurgica, la cattura e la collocazione in via prioritaria dei soggetti presso i privati richiedenti, ricorrendo al ricovero in canile esclusivamente per i cani di difficile adozione, per i quali provvederà al recupero comportamentale secondo specifici programmi. Per la situazione creatasi sull’area antistante il presidio ospedaliero di Marcianise si comunica che sono in corso interventi mirati, che garantiscono la soluzione di tale problematica. Pertanto, alla luce di quanto comunicato e a modifica della precedente nota U.O.V. 16, prot. n. 33208 del 07/09/2018, si ritiene che ad oggi non sussistono le motivazioni che hanno indotto l’emissione della citata Ordinanza”; Ed in considerazione della relazione di servizio redatta dal Comando di Polizia Municipale del 24/10/2018, con la quale, a conferma di quanto comunicato dall’ASL, si precisa che “dai primi giorni del mese di ottobre non risultano pervenute al Comando PM segnalazioni circa la presenza di cani randagi stazionati c/o la struttura ospedaliera di Marcianise e/o molestanti i frequentatori del luogo”;

Related posts