Dimitri attacca Cesare Diana: “Il commercialista dà i numeri sulle tasse dei rifiuti”

Dimitri attacca Cesare Diana: “Il commercialista dà i numeri sulle tasse dei rifiuti”
image_pdfimage_print

Castel Volturno. Il sindaco Dimitri Russo non risparmia stilettate a Cesare Diana, candidato sindaco ufficiale alla prossima tornata elettorale. Il primo cittadino, conosciuto per non avere peli sulla lingua, ha dichiarato che: “un candidato sindaco non conosce le tasse. La Tares abolita nel 2014, è stata sostituita dalla TARI che essendo una tassa e non una imposta (qualcuno studente di ragioneria del primo anno gli spieghi la differenza) deve coprire interamente, per legge, il costo totale del servizio ecologia e della raccolta rifiuti. In pratica afferma di abolire, se Sindaco, una Tassa che a Castel Volturno vale 10 milioni di euro e che ovviamente per legge non può essere abolita. Ma ammesso, per assurdo, che lo proponga (generando risate negli uffici), come farà a coprire il costo del servizio? Quale Collegio dei revisori darebbe parere favorevole a fare un buco pari al 50% del bilancio? E, una volta realizzato il buco dovuto al mancato incasso di queste entrate, come farà a pagare la manutenzione delle scuole, delle strade, la pubblica illuminazione, gli stipendi dei dipendenti, le utenze del comune, i funerali delle salme degli indigenti, le rette per il collocamento dei minori, delle donne vittime di violenza, la compartecipazione alle spese x l’assistenza ai disabili, etc. Etc. può un candidato sindaco spararle così grosse? Ma come è possibile?”.

Related posts