SANTA MARIA CAPUA VETERE – Sono 3 i detenuti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere risultati positivi al coronavirus. Due casi sono emersi oggi a seguito dei tamponi fatti a decine di detenuti della stessa sezione del detenuto risultato positivo sabato notte. I due detenuti risultati positivi sono stati accolti per motivi precauzionali in stanze di isolamento sanitario, come già avvenuto per l’altro detenuto risultato positivo e senza sintomi. Tutti i detenuti dell’intera sezione di oltre 130 persone, compresi i tre positivi presenti nel carcere, non presentano alcun sintomo di malattia, non necessitano di alcuna terapia e sono monitorati dai sanitari, fanno sapere il provveditore amministrazione penitenziaria della Campania, Antonio Fullone, e il garante dei detenuti della Campania, Samuele Ciambriello.

“Abbiamo potuto rilevare – dichiarano – come tutti i detenuti presenti nel carcere di Santa Maria siano attentamente valutati e seguiti sin dall’inizio dell’emergenza e ringraziamo il personale sanitario ai vari livelli che è intervenuto in questi giorni con immediatezza e professionalità. A partire dalla notizia del primo caso positivo, nella notte di sabato, sono stati effettuati 200 test sierologici rapidi domenica e 200 tamponi naso-faringei lunedì, per tutti i detenuti della stessa sezione e per tutto il personale, sanitario e penitenziario, che vi lavora. Siamo vicini al personale penitenziario e ai familiari dei detenuti. Collaboreremo giorno per giorno a garanzia del diritto alla salute, del diritto alla vita di tutte le persone che operano nel mondo carcerario, dando supporto al personale sanitario. Riteniamo anche importante contribuire ad un’informazione puntuale, trasparente e corretta, che eviti la diffusione di notizie che non corrispondono alla realtà, creano condizioni di falso allarme e ostacolano il lavoro di tutto il personale impegnato nella gestione di un’emergenza che interessa tutto il nostro mondo”, concludono.