SANTA MARIA VAPUA VETERE – Dopo la notizia diffusa ieri della positivita’ al Coronavirus di altri due detenuti del carcere casertano di Santa Maria Capua Vetere (tre in tutto i contagiati), questa mattina una ventina di persone, familiari dei detenuti, hanno iniziato una protesta all’esterno della struttura penitenziaria.

Lo rende noto il sindacalista Aldo Di Giacomo, segretario del S.PP. (Sindacato Polizia Penitenziaria). I parenti dei reclusi chiedono garanzie per l’incolumita’ dei propri cari. Sul posto sono giunte le forze dell’ordine. Al momento la situazione e’ sotto controllo.

“Siamo attrezzati per intervenire nell’eventualita’ si dovessero verificare criticita’, – commenta Di Giacomo – ho sollecitato il ministro affinche’ si tengano sotto controllo eventuali segnali ma, pur rispettando il diritto inalienabile di manifestare, non e’ possibile che la gente possa andarsene in giro cosi’, in barba ai divieti, e creare assembramenti vietati da provvedimenti nazionali e regionali”.