CASERTA – Sono oltre una cinquantina le pizzerie che hanno riaperto nel Casertano per garantire la consegna a domicilio. Si contano sulla punta delle dita i ristoranti, la maggior parte dei quali ha ritenuto molto piu’ conveniente restare chiuso; pochi anche i pub che si sono organizzati.

“Molte pizzerie erano gia’ organizzate prima del lockdown per la consegna a domicilio – dice Francesco Geremia di Cna – per cui per loro si e’ trattato solo di implementare un servizio gia’ reso. Altre lo hanno avviato da oggi”. Non hanno riaperto pizzerie molto note come i Masanielli a Caserta, e Pepe in Grani a Caiazzo, che in questo periodo ha tenuto acceso comunque un forno per realizzare prodotti da donare alle famiglie indigenti.