NAZIONALE – Tutti promossi quest’anno, il Covid-19 trasforma l’anno scolastico e ne cambia le regole finali: l’esame di maturità si svolgerà online e la didattica a distanza andrà avanti, praticamente obbligatoriamente. Le novità sono previste dal decreto approvato questa mattina in Consiglio dei ministri. Per i ragazzi di terza media salta l’esame: verrà sostituito da una tesina che sarà valutata poi dai docenti negli scrutini finali.

Mentre l’esame di maturità si svolgerà da remoto con un solo colloquio ma in formato maxi: potrà toccare infatti tutti gli argomenti, davanti ad una commissione composta da docenti interni. Da qui alla fine dell’anno andrà avanti la didattica online praticamente obbligatoriamente:

«In corrispondenza della sospensione – si legge nel Decreto – il personale docente assicura comunque le prestazioni didattiche nelle modalità a distanza». E così si andrà avanti fino alla fine delle lezioni. Per poi riprendere l’anno, a settembre, con il possibile recupero delle lezioni perdute sia in presenza sia con la classe virtuale.

Ecco i provvedimenti più importanti del Decreto Scuola

– Esami di Stato
Se non si torna entro il 18 maggio l’esame di maturità riguarderà soltanto una prova orale.
Se non si tornerà in classe, per la scuola media l’esame sarà ridotto ad una tesina.

-Promozione studenti
Tutti gli alunni potranno essere ammessi all’anno successivo, ma si recupererà a settembre.

-Graduatorie istituto
Graduatorie d’istituto, no ad aggiornamento per il 2020/21.

-Didattica a distanza
Didattica a distanza dovrà essere garantita a tutti gli studenti, diventa quindi obbligatoria per decreto.

Concorsi scuola
Il Decreto conferma bandi anche in emergenza sanitaria.

-Gite scolastiche
Stop a gite scolastiche.

– Libri di testo
Conferma libri di testo se non si rientra scuola entro il 18 maggio.

-Scrutini
Scrutini a distanza se non si rientrerà a scuola.