Caserta (red.pol.). “Giorgia Meloni è riuscita a cogliere lo spirito degli Italiani. Sono entusiasta di questo congresso in quanto piano piano sta tentando di reinventare un partito che può soddisfare le nostre esigenze”. A parlare è l’ingegnere Antonio Crispino, noto imprenditore casertano da qualche tempo vicino al partito di Fratelli d’Italia. Crispino, insieme ad altri ventiquattro delegati della provincia di Caserta, ha partecipato al congresso nazionale che si è concluso poche fa a Trieste. “Fino a qualche tempo fa – dichiara l’ingegnere, sentito telefonicamente mentre rientrava dal Friuli Venezia Giulia – avevamo quasi vergogna a dire di essere Italiani. Credo che da qui a dieci giorni il partito di Fratelli d’Italia raddoppierà i consensi. Lo dicono i sondaggi”. Crispino, insieme a Gennaro Caserta (Teverola), Gino Nuzzo (Santa Maria a Vico), Sara Petrella (Piedimonte Matese) e Stefano Mariano (Caserta) sono stati eletti nell’assemblea nazionale del partito. Presenti in prima fila l’on. Giovanna Petrenga, l’ex sindaco di Castel Morrone, assessore al Comune di Caserta nonché ex consigliere provinciale Pietro Riello e il componente dell’esecutivo nazionale del partito, da sempre vicinissimo alla Meloni, Gimmi Cangiano. “Oggi Giorgia Meloni, ha detto chiaramente che alle Politiche di primavera il nostro partito potrebbe correre da solo. E’ senza dubbio una scelta coraggiosa perché sono convinto che altri non lo faranno. Per me lei ha compreso quello che è lo spirito attuale di tutti gli Italiani”. E sulle candidature Casertane alle Politiche non si sbottona o quasi. “E’ troppo presto parlare di papabili. Tutti siamo potenzialmente candidati”.