Comuni ricicloni, ecco l’elenco di quelli Casertani

Comuni ricicloni, ecco l’elenco di quelli Casertani

Caserta. Sono considerati ricicloni i Comuni che hanno superato la soglia europea del 65% nella raccolta differenziata di rifiuti. Chiaro il dossier presentato venerdì a Salerno da Legambiente, per quella che è stata la 12° edizione di un evento che mette in fila i Comuni ricicloni, dove la nostra Regione Campania si è piazzata alla fine in una posizione di prestigio. Secondo l’associazione ambientalista sono 199 i Comuni che superano il 65% di raccolta differenziata per una copertura totale di 1.110.261 abitanti, con un aumento del 20% rispetto allo scorso anno. Per arrivare alla definizione della classifica sono state prese in considerazione tutte quelle amministrazioni che hanno raggiunto la percentuale del 65%, così come richiesto dalla normativa vigente. Nel Casertano sono 24 Comuni: in prima posizione San Marco Evangelista, Parete, Villa di Briano , ma anche Camigliano, Galluccio, Mignano Monte Lungo, Roccaromana, Vairano Patenora, San Gregorio Matese, Conca della Campania. Al sesto posto per i comuni tra i 20mila ed i 50mila abitanti, si annovera Sessa Aurunca con il 70,18 di raccolta differenziata. Per stabilire la classifica generale e la premiazione dei comuni è stato definito un metodo di valutazione che ha tenuto conto della percentuale di differenziata raggiunta nel 2015 e della valutazione delle buone pratiche adottate. E proprio per le buone pratiche messe in campo, dalla compostiera domestica alla raccolta della plastica, è stato premiato anche il Comune di Casal di Principe. Per la categoria “Teniamoli d’occhio”, ideata per quei centri che nell’ultimo anno si sono contraddistinti per i passi in avanti, menzione speciale è andata a Castel Volturno e Cellole. “I risultati – ha commentato Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania – dimostrano che l’inceneritore da realizzare in Campania, come previsto dall’ultimo decreto del Consiglio dei ministri non serve”.

Related posts