CLAMOROSO. Differenziata, i dati regionali inchiodano Maddaloni: é ultima in classifica

CLAMOROSO. Differenziata, i dati regionali inchiodano Maddaloni: é ultima in classifica

CASERTA – “A tutto il 2018, la Regione Campania, secondo i dati pubblicati nel decreto dirigenziale 52 del 30 settembre scorso, chiude il saldo della raccolta differenziata su base regionale con un magro 52,7%. Dato medio decisamente poco lusinghiero che sconta come al solito i pessimi risultati conseguiti dalle province di Napoli (47,8%) e Caserta (52%) che in questo panorama purtroppo continuano a confermarsi spine nel fianco nel quadro dell’ottimizzazione del ciclo dei rifiuti urbani. Il dato 2018 pero’ diventa addirittura preoccupante se rapportato con l’obiettivo che la giunta regionale si era data per lo stesso anno nel Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani (PRGRU), fissato al 61,3%”. E’ quanto scrive il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Vincenzo Viglione, in un post sulla sua pagina Fb. “Con una forbice di quasi 9 punti percentuali (8,6% per essere precisi) infatti – scrive ancora Viglione – siamo di fronte all’ennesima inequivocabile e sonora bocciatura della fantomatica rivoluzione piu’ volte annunciata dal presidente De Luca in questi anni della quale pero’, tra impianti di compostaggio mai recuperati e mai avviati, politiche di riduzione a monte dei rifiuti mai nate e impiantistica per il trasformazione della materia prima seconda indispensabili per chiudere finalmente i ciclo dei rifiuti e rispondere agli obiettivi dell’economia circolare, non vi e’ alcuna traccia”.

FLOP PER ALCUNI GROSSI COMUNI DEL CASERTANO
La situazione differenziata è alquanto preoccupante per i due capoluoghi di Provincia come Napoli e Caserta, ma non possono certamente sorridere alcuni dei più grandi Comuni del Casertano.
Infatti, la percentuale di raccolta differenziata scende ulteriormente, rispetto a Caserta, nei grossi centri urbani come Aversa (46,22%), Santa Maria Capua Vetere dove di poco supera il 50% e nella vicina Maddaloni dove la situazione è alquanto grave con appena il 31,20% di percentuale di raccolta differenziata. Se consideriamo questa classifica relativa alla raccolta differenziata, la città delle Due Torri si posiziona all’ultimo posto dell’elenco dei Comuni di Terra di Lavoro. Infine, spicca l’alta percentuale di raccolta differenziata per il Comune di Marcianise che ha raggiunto il 79,73%.

Related posts