CIBO AVARIATO ALLA MENSA SCOLASTICA. Schiappa attacca l’assessore Gravano: non avendo dato risposte, hai creato allarmismo tra i genitori

CIBO AVARIATO ALLA MENSA SCOLASTICA. Schiappa attacca l’assessore Gravano: non avendo dato risposte, hai creato allarmismo tra i genitori


Mondragone (Maria Assunta Cavallo). Ancora nessuna risposta da parte dell’amministrazione comunale di Mondragone circa l’allarmante notizia del cibo avariato (gateau di patate) finito nei piatti di molti bimbi che usufruiscono del servizio mensa nelle scuole dell’infanzia e primaria della città di Mondragone.
Una questione spigolosa che ha fatto infuriare non poco le mamme dei bambini, soprattutto di quelli che avevano già consumato il pasto prima che venisse ritirato dai tavoli. Arriva poi la beffa ed il danno perché nonostante sia stata messa a rischio la salute dei più piccoli, a detta dei genitori, il Comune avrebbe comunque “incassato” il costo della refezione giornaliera. Ma cosa è accaduta realmente venerdì scorso in tutte le mense scolastiche mondragonesi?  Ce lo stiamo ancora chiedendo, fatto sta che cresce il timore tra i genitori del ripetersi di fatti analoghi. Sul caso è  intervenuto anche l’ex sindaco Giovanni Schiappa, che ha accusato il primo cittadino Virgilio Pacifico di non aver convocato la commissione mensa con i consiglieri di minoranza e maggioranza per comprendere cosa sia accaduto con la refezione Venerdì scorso. “Oltre che con la salute dei bambini, non si scherza neanche con la serenità dei genitori e con la tranquillità degli insegnanti. –scrive Schiappa attaccando inoltre l’assessore Gravano – Ci spiace che l’assessore comunale delegata Francesca Gravano non riesca a comprendere che offrire la possibilità immediata a tutte le parti coinvolte di poter far luce sull’accaduto, nonché dare una repentina opportunità al gestore del servizio di poter spiegare eventuali ragioni, non serve ad escludere sanzioni da applicare né tantomeno decisioni da adottare, ma significa esclusivamente comunicare alla città e con la città nella giusta maniera. Non averlo fatto – incalza Schiappa – giustifica l’allarmismo generatosi in queste ore nelle famiglie mondragonesi, oltre che all’interno delle scuole cittadine, clima che il prossimo lunedì non favorirà certamente la ripresa ordinaria di un servizio, la cui qualità va tenuta sempre sotto controllo e va comunicata sempre nei modi migliori”.


Related posts