Chiusura Consorzio Aurunco di Bonifica, Maisto: “Ci accolliamo tutti i dipendenti”

Chiusura Consorzio Aurunco di Bonifica, Maisto: “Ci accolliamo tutti i dipendenti”
image_pdfimage_print

CASERTA – Il Commissario del Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore, ingegnere Carlo Maisto, interviene nel corso di un’intervista rilasciata alla nostra testata, sulla delicata questione e fase in cui si ritrova il Consorzio Aurunco di Bonifica. Ecco di seguito l’intervista integrale al Commissario dell’Ente pubblico:

Oramai è certo il consorzio aurunco di bonifica è in fase di soppressione e le competenze saranno trasferite al Consorzio Generale di Bonifica del bacino Inferiore del Volturno di cui lei è attualmente Commissario.  Che succede ora?

“Abbiamo preso atto della delibera di Giunta n. 220 del 20.05.2019 e abbiamo avviato le attività propedeutiche che la stessa ci chiede al fine di gestire questa fase transitoria che si concluderà con la discussione in Consiglio Regionale quando si delibererà definitivamente l’iter da seguire per accompagnare questo processo”. 

Ma il Volturno è uscito dal baratro in cui lo avevano portato le precedenti amministrazioni e può prendersi carico di questo nuovo onere?

“Assolutamente no, versa ancora in uno stato tale che non può considerarsi un Consorzio in ottimo salute.

Abbiamo lavorato tanto, abbiamo risolto una miriade di problematiche, sono stati approvati diversi bilanci e contiamo di ottenere altri ottimi risultati da qui a breve per le casse e per la gestione del Volturno.

Prenderemo in carico questo nuovo territorio dell’Aurunco, i suoi dipendenti e tutto ciò che comporta e faremo il possibile per gestire il tutto al meglio”.

“In questi giorni avete di nuovo salvato la sede storica in Caserta via Roma pignorata da SGA per un credito che vanta dal Consorzio di circa 20 milioni di euro?

“Si con caparbietà ed impegno siamo riusciti a chiudere l’ennesima transazione con un’altra creditrice e salvato la sede abbattendo di altri 20.000.000,00 di euro circa il debito del Consorzio nei confronti di varie ditte”.

In bocca al lupo e buon lavoro.

Related posts