Maddaloni. I lavori al plesso Lambruschini dell’Istituto comprensivo Luigi Settembrini sono ancora in alto mare. Nei giorni scorsi la dirigente scolastica Tiziana D’Errico ha inoltrato a firma congiunta con i rappresentanti dei classe, una nota all’ufficio tecnico del Comune di Maddaloni per capire i motivi che fino ad oggi hanno spinto l’ente calatino  non avviare ancora le opere di ristrutturazione all’interno della scuola di via Campolongo chiusa dal commissario prefettizio Benedetto Basile dopo l’intervento dell’Asl e dei carabinieri della compagnia locale. I riflettori sono puntati sul plesso dell’infanzia in quanto, da voci di corridoio, e ufficializzate poi dalla stessa D’Errico è stato annunciato che “se i lavori non riprenderanno al più presto i bambini dell’infanzia dovranno recarsi presso il plesso di via Cancello”. “Non possiamo lasciare – dice la preside – le famiglie dell’infanzia senza una scuola, molti genitori lavorano. Chi non vorrà non sarà obbligato, ma chi vuole troverà la scuola aperta in via Cancello, plesso ampio e ben pronto ad accoglierli”.