CASTEL VOLTURNO. Morto Carlo Croccolo, camera ardente in aula consiliare

CASTEL VOLTURNO. Morto Carlo Croccolo, camera ardente in aula consiliare


CASTEL VOLTURNO – Dalle 15,30 di oggi è stata aperta la camera ardente di Carlo Croccolo nell’aula consiliare del Comune di Castel Volturno, in provincia di Caserta. Lo riferisce un post pubblicato sul profilo facebook dell’attore 92enne scomparso oggi.
Da trent’anni Carlo Croccolo aveva scelto il litorale casertano e in particolare Castel Volturno come suo buen ritiro; quella che negli anni ’80 una era la localita’ balneare preferita dei napoletani, poi abbandonata in seguito al terremoto e a un progressivo degrado, era per Croccolo la sua dimensione di vita, che condivideva con la moglie Daniela Cenciotti. “Una bella donna maltrattata” amava dire il grande attore di Castel Volturno, che poi lo ha onorato con la consegna delle chiavi della citta’ nel 2017, in occasione dei 90 anni dell’attore. Croccolo ha cambiato due abitazioni, ma ha sempre vissuto in zona Pinetamare, caratteristica localita’ di Castel Volturno, dove le case color sabbia ricordano sempre il mare. “Croccolo amava il mare” ricorda l’ex sindaco Dimitri Russo, colui che gli ha conferito le onorificenze cittadine. “Era una persona bellissima, con cui era stupendo parlare e confrontarsi. Una pietra miliare del teatro e del cinema italiano che aveva scelto la tranquillita’ di Castel Volturno per trascorrere la vecchiaia, facendo molto per questo territorio. Era sempre accanto alla moglie che organizzava commedie teatrali, che poi venivano rappresentate nelle scuole della citta’; una volta fui inserito anch’io come attore, ma per i miei impegni di sindaco non riuscii’ a imparare il copione; cosi’ durante lo spettacolo erano evidenti le mie lacune, ma lui, con il suo fare ironico, davanti ad una sala piena, disse che ‘nella mia ignoranza ero stato molto bravo, e avevo reso l’idea’. Mi fece enormemente piacere la sua schiettezza e tutti risero”.


Related posts