CASTEL VOLTURNO. 70 netturbini ex Cub e navette in arrivo con il bando regionale sui rifiuti

CASTEL VOLTURNO. 70 netturbini ex Cub e navette in arrivo con il bando regionale sui rifiuti
Anastasia Petrella

CASTEL VOLTURNO – Sono in arrivo a Castel Volturno, con l’obiettivo di rendere piu’ efficiente la raccolta differenziata, 70 addetti e strumenti fondamentali come i cassonetti e navette: si tratta di una delle piu’ grandi forniture per quasi 2 milioni di euro mai arrivata a Castel Volturno. Grazie a un bando promosso alla Regione Campania nel 2016, cui l’Ente partecipo’, risultando poi assegnatario, e’ stata infatti avviata la consegna dei beni strumentali il cui valore e’ molto cospicuo se paragonato all’altissimo numero di Comuni partecipanti e ai soli 45 milioni di euro stanziati. “Nel 2016 – spiega Anastasia Petrella, Assessore comunale all’Ecologia e Ambiente – la Regione Campania, con la legge numero 14, ha promosso un programma straordinario per la raccolta differenziata, individuando, tra i soggetti assegnatari, i Comuni. Subito ci siamo mossi e oggi le forniture sono arrivate. Si tratta di un grande risultato per l’Amministrazione, a beneficio del territorio”. Nel dettaglio, il bando portera’ in dotazione al Comune di Castel Volturno 1800 cassonetti, 8000 secchielli, 1000 carrellati, 16 eco-isole di quartiere, 4 eco-isole mobili, 6 scarrabili per ingombranti, sfalci, potature, 400 calotte informatizzate per conferimento tramite scheda magnetica, 10 automezzi navetta per la raccolta, 1 automezzo-gru per lo spostamento delle isole ecologiche mobili e per gli scarrabili. E soprattutto piu’ risorse in termini di personale per un totale di 70 unita’, di cui 22 operatori ecologici, 20 ispettori ambientali, 4 autisti, 6 addetti alle eco-isole – dipendenti ex Consorzio di Bacino, selezionati e stipendiati dalla Regione – che affiancheranno gli operatori Senesi gia’ presenti. Grazie ai cassonetti, verra’ avviata finalmente la raccolta differenziata a Bagnara e Destra Volturno, zone molto degradate. “Le isole sono il vero punto di forza – prosegue la Petrella – perche’ ci aiuteranno quindi a incrementare la percentuale di raccolta differenziata, oltre ad abituare i cittadini alla raccolta selettiva, prossimo passo della differenziata”


Related posts