Caso randagismo a Marcianise, dietro l’ordinanza di Velardi l’avviso della direzione ospedaliera

Caso randagismo a Marcianise, dietro l’ordinanza di Velardi l’avviso della direzione ospedaliera

Marcianise (P.G.). La Direzione Sanitaria dell’ospedale di Marcianise, il 14 settembre aveva già fatto divieto di somministrare cibo ed acqua ai randagi. E’ quanto si evince da un avviso pubblico a firma della dottoressa Leoncini. Quattro giorni prima dell’ordinanza del Sindaco, la Direzione Sanitaria, in considerazione della presenza di un branco di cani nell’area ospedaliera, imponeva il contestato divieto. “Nell’area di proprietà dell’ASL Caserta – si legge nell’avviso – adiacente alla strada privata che dà accesso all’ospedale si è da tempo insediato un branco di cani, divenuti più numerosi con il passare del tempo, anche grazie a Persone che forniscono loro alimenti ed acqua”. Tali comportamenti, si legge sempre nell’avviso, avrebbero determinato un aumento del numero dei cani e della loro pericolosità. L’avviso della Direzione faceva poi riferimento a numerose situazioni di pericolo dovute al fatto che i cani inseguivano le persone che percorrevano a piedi o in bicicletta la strada. Il divieto, indirizzato al personale, agli utenti ed ai visitatori invitava a segnalare agli addetti alla custodia tutti coloro che avessero violato la disposizione. La Direzione avrebbe, poi, provveduto ad allertare e darne comunicazione alla Municipale ed il Servizio Veterinario dell’Asl. L’avviso in questione rappresenterebbe, dunque, una delle motivazioni dell’ordinanza che le associazioni animaliste hanno già deciso di impugnare. Meraviglia il riferimento all’intervento della Municipale pur in assenza di qualsiasi disposizione in merito da parte del sindaco.

ECCO L'ORDINANZA
ECCO L’ORDINANZA

Related posts