Caso Lea, Velardi ordina la rimozione dei rifiuti e la bonifica dell’azienda

Caso Lea, Velardi ordina la rimozione dei rifiuti e la bonifica dell’azienda

Marcianise (P.G.). Nuovo provvedimento del Sindaco Velardi. Dopo aver annunciato ieri di aver chiuso con ordinanza l’azienda LEA della zona industriale di Marcianise, oggi il Sindaco torna sulla questione. E’ stata, infatti, emanata una nuova ordinanza con cui viene dato un tempo breve alla società proprietaria per svuotare e bonificare l’impianto, mettendolo in sicurezza. Di seguito le dichiarazioni di Antonello Velardi: “Vi aggiorno brevemente sulla vicenda dell’azienda che fa soldi con la monnezza nella zona industriale di Marcianise, chiusa ieri sera con un’ordinanza sindacale da me firmata. Una chiusura a conclusione di un lungo picchettaggio nella nostra ribattezzata Asi Beach, con ombrellone e sdraio. Stamani ho firmato una nuova ordinanza con cui viene dato un tempo breve alla società proprietaria per svuotare di monnezza l’impianto e metterlo in sicurezza. Cioè non è finito qui, non finisce qui: il bello comincia adesso. Ovviamente stiamo controllando che queste ordinanze siano rispettate. Sul posto c’è la municipale, stamattina c’era anche l’Esercito. Ma sono certo che questi gentili signori della monnezza le rispetteranno: hanno capito che avevano sbagliato palazzo e che con noi rischiano il testacoda. Sulla difesa dell’ambiente saremo inflessibili; di più: saremo feroci. Già lo siamo: mordiamo ai polpacci. L’abbiamo promesso a tutte le vittime di cancro della nostra Marcianise e alle promesse noi ci teniamo assai. L’ordinanza di chiusura è frutto di un lungo e complicato lavoro di gruppo: qui sotto c’è la foto che suggella l’iter, scattata ieri sera quando ormai era buio ma il comune era regolarmente aperto proprio perché su temi come questi nessuno si risparmia. L’ordinanza è stata notificata a tutti gli enti preposti. In più l’ho trasmessa al ministro dell’Interno e al presidente della Regione Campania, con riferimento a tutti i profili per la salute e la sicurezza. Se si vuole, si può fare. Se si vuole.”

Related posts