Caos rifiuti a Caserta, l’umido sarà smaltito nel Salernitano

Caos rifiuti a Caserta, l’umido sarà smaltito nel Salernitano

Caserta. Il Comune di Caserta ha chiuso l’accordo con la «Gesco Ambiente» di Giffoni Valle Piana (Salerno), società consortile a totale capitale pubblico, per lo smaltimento della frazione organica dei rifiuti e degli sfalci della potatura. Con la firma del contratto, che prevede i conferimenti fino al 31 dicembre prossimo, viene così superata, almeno per il momento, una crisi della raccolta provocata a fine giugno dalla chiusura dell’impianto di Pastorano dove finiva l’umido raccolto a Caserta. I camion della società Ecocar, strapieni dei sacchetti raccolti e non ancora smaltiti, potranno subito scaricare; buone notizie anche per i cittadini, che da domani potranno tornare a depositare l’umido nei cassonetti, dopo che nei giorni scorsi il Comune aveva emesso un’ordinanza che vietava di gettare i sacchetti. I problemi di raccolta potrebbero però continuare nei prossimi giorni, fanno sapere dall’ente guidato dal sindaco Carlo Marino, visti «i rallentamenti nella raccolta dell’indifferenziato a causa dei problemi che si stanno registrando allo Stir di Santa Maria Capua Vetere»; nella struttura gestita dalla Gisec, società della Provincia di Caserta, i camion con i rifiuti provenienti da tutto il Casertano, dunque anche dal capoluogo, sono costretti a file interminabili, anche di 24 ore, prima di poter conferire.

Related posts