Caos mensa a Mondragone, il Comune latita: servizio non ancora affidato

Caos mensa a Mondragone, il Comune latita: servizio non ancora affidato


Mondragone (Maria Assunta Cavallo). Genitori della scuola d’infanzia e della primaria sul piede di guerra,  per un servizio mensa che non parte. All’incertezza dei tempi, si unisce la rabbia per un servizio affidato ancora a nessuno, congelando per ora la paura che il centro cottura non rispetti i parametri stabiliti dalla legge, come già capitato in passato. Una situazione che destabilizza la vita scolastica degli alunni e dei familiari che spesso hanno difficoltà a gestire gli impegni di lavoro, con quelli dei propri bambini. E mentre in quasi tutta Italia la scuola dell’infanzia ha iniziato già da settembre il tempo pieno, nelle scuole di Mondragone i bambini hanno un orario scolastico ridotto, fino alle 13.30, per colpa di un problema che ogni anno peggiora sempre di più. Abbiamo provato a contattare l’assessore all’istruzione Gravano, che a quanto pare, proprio non ne vuole sapere di dare spiegazioni in merito alla faccenda, né a noi, né ai referenti del servizio mensa. Un vero peccato visto che volevamo chiederle cosa spinge una Amministrazione Comunale ad avere di questi ritardi nell’ appaltare la gestione della refezione, a ditte che tra l’altro utilizzano il sistema del “trasportato”. Parliamo di pietanze precotte quando invece si potrebbero investire risorse per un centro cottura in città.
Nei prossimi giorni torneremo a chiedere al Comune risposte precise sulla questione, auspicando che si possano ottenere delle risposte concrete, qualora cessi la “latitanza” di chi ha l’obbligo di fornire spiegazioni e tranquillizzare l’utenza.


Related posts