AversaCasal di PrincipeCasertaCronaca

CAMORRA. Pizzo di Natale, 8 arresti nel clan dei Casalesi


AVERSA/LUSCIANO/PARETE – Nelle province di Caserta e Napoli, i militari del nucleo investigativo del gruppo carabinieri di Aversa unitamente ai carabinieri del luogo, hanno dato esecuzione a due ordinanze di applicazione di misure cautelari in carcere, per i reati di estorsione e tentata estorsione continuata in concorso, aggravati dall’aver agito con metodo mafioso, emesse rispettivamente dal gip presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di sette persone; dal Tribunale dei Minori di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica presso il medesimo Tribunale, a carico di un ottavo soggetto, organico al gruppo criminale e minorenne all’epoca dei fatti. In carcere sono state portate 8 persone. I provvedimenti scaturiscono da un’ampia attività investigativa dei carabinieri del nucleo investigativo del gruppo di Aversa, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli e, con riferimento alla posizione del minore, dalla Procura dei Minori di Napoli. L’indagine, condotta tramite attività istruttorie, intercettazioni telefoniche ed ambientali e servizi di osservazione, controllo e pedinamento, ha permesso di individuare e documentare le condotte di un gruppo criminale nell’ambito del quale gli indagati, dopo essersi presentati presso numerosi esercizi commerciali di Aversa, Lusciano e Parete, hanno tentato di compiere estorsioni, portandone alcune a compimento, avvalendosi della forza d’intimidazione promanante dall’appartenenza alla camorra nelle sue articolazioni territoriali denominate fazione Bidognetti e fazione Schiavone del clan dei Casalesi.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close