Ugo Alfredo Conte

Mondragone. (Massimiliano Ive). E’ un processo, che dopo 10 anni, si avvia a conclusione, quello in cui l’ex sindaco di Mondragone, Ugo Alfredo Conte, assistito dall’avvocato Paolo Trofino, è chiamato a rispondere delle pesanti accuse di aver favorito L’Eco4, all’epoca il braccio del Consorzio Ce4, per la gestione dei rifiuti solidi urbani e nel contempo di aver favorito con contributi elargiti dal Comune di Mondragone elementi di spicco del clan locale. All’ex fascia tricolore, oltre a queste due ipotesi di reato, la Direzione Distrettuale antimafia contesta anche il fatto di non aver richiesto il certificato antimafia per conto dell’Eco 4 che lavorava presso il Comune di Mondragone. L’altro ieri presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito del procedimento giudiziario seguito dal Pm, Alessandro Milita, si è tenuto l’interrogatorio condotto dall’avvocato Paolo Trofino che ha esaminato i teste della difesa nelle persone di Adriana Serino, ex dipendente comunale responsabile dell’ufficio contratti del Comune di Mondragone; del geometra Salvatore Manzillo al tempo responsabile dell’Igiene Urbana e dell’ex comandande dei vigili e responsabile della ripartizione sociale Edoardo Vignale.

L’interrogatorio è stato accurato e puntiglioso e dalle dichiarazioni dei suddetti dipendenti comunali, in linea di massima è emerso un quadro abbastanza favorevole per l’ex sindaco Ugo Conte. Attraverso le loro dichiarazioni i teste della difesa avrebbero sottolineato la piena autonomia gestionale delle loro ripartizioni rispetto a paventate e presunte pressioni o interferenze dell’ex primo cittadino. Per ora, comunque, è stato tutto rinviato al prossimo 26 gennaio 2018, quando il giudice Francica stabilirà le date per la requisitoria del pm della Dda e le contestuali arringhe dei difensori. Nel frattempo vediamo come hanno risposto nel dettaglio i test della difesa.

Interrogatorio Serino

D: Si è interessata anche del contratto tra il Comune di Mondragone e l’Eco4?

Serino: Tra i vari contratti mi sono interessata anche del contratto in questione

PM: Si ricorda se il contratto è stato stipulato nei termini di legge o ci sono state delle difficoltà?

SERINO: Il contratto tra il Comune e il CE4/Eco4 essendo un servizio essenziale, fu stipulato immediatamente sotto riserva di legge e contemporaneamente fu chiesto il certificato antimafia alla Prefettura di Caserta

D: Si ricorda se il contratto fu firmato dal sindaco Conte?

SERINO: No il contratto non fu firmato dal sindaco Conte, ma fu firmato dall’Ingegnere Vincenzo De Lisa, responsabile della ripartizione tecnica, dal responsabile del Consorzio Ce4 e dal responsabile dell’Eco4

D: Si ricorda se il sindaco Conte in qualche modo ha cercato di impedire la richiesta del certificato antimafia dell’Eco4?

SERINO: Posso affermare che il sindaco Conte non ha mai interferito nell’operato dell’ufficio e comunque per competenza mi ricordo che l’ufficio ha richiesto l’antimafia alla prefettura già alla firma del contratto di servizio stipulato sotto riserva di legge, questo nel luglio 2002… Nell’ottobre del 2002 sollecito da parte dell’Ufficio alla Prefettura per avere informazioni sull’antimafia in merito alla Spa Eco4. Nel novembre 2002 ci fu un nuovo sollecito…. Nel settembre 2004 ci fu la risposta della Prefettura, che a carico dell’Eco 4 non risultavano sussistere cause interdittive.

SECONDO TESTE GEOMETRA SALVATORE MANZILLO

D: Si ricorda chi nel 2000 effettuava la raccolta a Mondragone?

MANZILLO: Il servizio veniva svolto dalla Covim che aveva vinto la gara con l’amministrazione precedente a quella del dott. Conte.

D: Si ricorda se il servizio era svolto regolarmente dalla Covim?

MANZILLO: Il servizio era controllato dal sottoscritto fino a settembre 2000 e veniva espletato regolarsmente… Nel settembre 2000 i vertici della società furono arrestati e da quel momento iniziarono i vari disservizi regolarmente segnalati dal sottoscritto… Successivamente la Prefettura di Napoli segnalò le cause interdittive… a quel punto De Lisa provvide a rescindere il contratto.

D: Si ricorda a chi fu affidato successivamente il servizio?

MANZILLO: Nel marzo del 2001… fu affidato con ordinanza sindacale al Consorzio Ce4 e per esso al suo braccio operativo Eco4

D: Si ricorda se successivamente alle ordinanze sindacali fu stipulato un regolare contratto?

MANZILLO: Mi ricordo che in Consiglio comunale fu approvato il Progetto Organizzativo dei Servizi redatto dai responsabili del Consorzio Ce4 e dall’ing. De Lisa, responsabile del procedimento presso il Comune di Mondragone. Successivamente fu stipulato il contratto.

D: Si ricorda da chi è stato firmato il contratto?

MANZILLO: Il contratto fu firmato dal responsabile del Ce4, da quello dell’Eco4 e dall’ing. De Lisa…

D: Lei ha mai segnalato i disservizi dell’Eco4 e la mancata fornitura di attrezzature da parte dell’Eco4?

MANZILLO: I disservizi da parte dell’Eco4 non solo venivano segnalati dal sottoscritto, ma anche dai cittadini e dai vigili urbani…

D: Lei è mai intervenuto di nuovo nel POS?

MANZILLO: Sì sono intervenuto con una modifica tecnica, in quanto molte delle attrezzature previste non erano utilizzate e molti servizi non svolti…

D: Ultima domanda. Il sindaco Conte è mai intervenuto per sollecitare il pagamento di queste decurtazioni effettuate per favorire in qualche modo economicamente l’Eco4?

MANZILLO: Il sindaco Conte non è mai intervenuto, né ha fatto pressione per tale problematica, ha sempre lasciato la massima autonomia gestionale all’ufficio proposto al controllo. Posso però affermare che ha più volte convocato conferenze di servizio con il responsabile del Ce4 e dell’Eco4 e dell’ufficio tecnico del Comune per risolvere le problematiche.

EDOARDO VIGNALE AL TEMPO RESPONSABILE DELLA RIPARTIZIONE SOCIALE

D: Lei è di Mondragone? Ha conosciuto il sindaco Conte prima della sua assunzione?

VIGNALE: Io sono di Portici, ho conosciuto il sindaco Conte quando ho preso servizio al Comune di Mondragone…. Fui nominato responsabile della ripartizione socio culturale.

D: Mi sa dire come venivano elargiti i contributi alle persone bisognose?

VIGNALE: Gli interessati dovevano produrre idonea istanza con eventuale documentazione di quanto necessario… Tale istanza veniva verificata dall’ufficio competente…

D: Il sindaco Conte si è mai interessato per far elargire un contributo particolare al signor Stefano Piccirillo?

VIGNALE: Assolutamente no. Il sindaco Conte ha sempre lasciato massima autonomia gestionale ai capi ripartizione…

D: Si ricorda se durante l’amministrazione Conte è stata nominata una commissione di accesso per verificare se vi erano infiltrazioni della camorra? E se il Comune di Mondragone è stato sciolto per infiltrazione camorristica?

VIGNALE: Sicuramente il Comune di Mondragone non è stato sciolto per infiltrazione camorristica da quando sono stato assunto… La prima commissione di accesso con il sindaco Conte in carica fece solo dei rilievi amministrativi puntualmente risolti dai capi ripartizione. La seconda commissione di accesso che ha lavorato con il commissario governativo e il sindaco Cennami ha ritenuto di non avanzare alcuna proposta di scioglimento.

D: Si ricorda quale rilievo amministrativo fu fatto dalla prima commissione di accesso?

VIGNALE: Per quanto riguarda la mia ripartizione fu rilevato che bisognava predisporre un regolamento per l’aiuto alle persone bisognose e che bisognava procedere in base alla Bassanini…

D: Come capo ripartizione aveva piena autonomia gestionale?

VIGNALE: Come tutti i capi ripartizione avevo piena autonomia gestionale, una volta assegnato il Peg dalla Giunta…

D: Lei stipulava contratti e aveva la facoltà di rescinderli?

VIGNALE: Sì, io regolarmente stipulavo i contratti della mia ripartizione…

D: Ha mai rescisso un contratto? E se l’ha fatto con delibera o con determina dirigenziale?

VIGNALE: Ho rescisso dei contratti non con delibera, ma con determina dirigenziale così come prevede la normativa.

D: Ultima domanda, questa responsabilità era solo sua o di tutti i capi ripartizione?

VIGNALE: Tutti i capi ripartizione avevano autonomia gestionale, quindi, tutti dovevano controllare i contratti stipulati ed eventualmente rescinderli…