Caserta (gibo). Domenica primo derby casertano nel campionato di serie C Silver campano, in cui si affronteranno il Basket Casapulla ed i Cedri San Nicola. La gara andrà in scena al PalaVignola (casa del Casapulla) di Caserta con palla a due fissata alle ore 18:30. Sarà un incontro purtroppo da testa-coda, dato che le due compagini si ritrovano dopo quattro giornate alle due estremità della classifica. Mentre i Cedri veleggiano in cima alla graduatoria come squadra imbattuta insieme all’altra esponente casertana, la Pall. San Michele Maddaloni; Casapulla annaspa nei bassifondi senza ancora essere riuscito a togliere lo zero dalla casella punti. In vista di questa sfida particolare per Terra di Lavoro, abbiamo sentito un esponente per parte, accomunati dal fatto di essere entrambi maddalonesi. Stiamo parlando del playmaker Dario Di Lorenzo e dell’ala Nino Garofalo.

“Quest’anno abbiamo iniziato con qualche difficoltà – ha esordito Di Lorenzo – ma già sapevamo che la strada per noi sarebbe stata molto dura. Periodi del genere già li abbiamo affrontati l’anno scorso, e solo grazie alla forza e all’unione del gruppo siamo riusciti ad invertire il trend. Non siamo stati aiutati sicuramente dai continui infortuni, ma quelli vanno accettati e prima o poi la fortuna girerà dalla nostra parte. Abbiamo disputato delle ottime partite ma ci manca ancora la continuità nell’arco dei 40′. Che gara mi aspetto contro i Cedri? La solita partita, fatta di intensità e tanta difesa. Il gap sulla carta tra noi e loro è molto elevato, ma è troppo importante costringerli a fare un’ottima partita per batterci come abbiamo fatto nei precedenti match. Dobbiamo dare il massimo in campo e dimostrare a noi stessi – ha continuato il play gialloviola – che siamo in crescita. Ci interessa più la prestazione che il risultato. Dobbiamo ritrovare un po’ di autostima e queste partite se affrontate nel modo giusto possono aiutarci non poco. Poi si sa, un derby è sempre una partita speciale ed è un piacere giocarlo. Quest’anno è cambiata la formula del campionato ma resta di un livello molto competitivo. Credo che per questo motivo sarà più equilibrato nel complesso, mentre si contenderanno la vetta della classifica solo 2 o 3 squadre che hanno oggettivamente dei roster superiori. Noi cercheremo di rientrare nella lotta di centro classifica, e potremo riuscirci – ha concluso Di Lorenzo – solo grazie all’unione di gruppo che ci ha contraddistinto in questi anni”.

“Abbiamo avuto un bel inizio di campionato – ha dichiarato invece Garofalo –, ma soprattutto stiamo crescendo partita dopo partita. La strada è ovviamente ancora molto lunga, e aspettiamo di affrontare avversari più ostici. Quando scendiamo in campo cerchiamo sempre di giocare la nostra pallacanestro e di tenere la concentrazione al massimo, cosa che l’anno scorso non sempre ci riusciva. E questo permette anche agli under di giocare minuti importanti e andare a referto. Che gara mi aspetto contro Casapulla? Una partita giocata con la stessa concentrazione che abbiamo avuto in tutti i match precedenti. Certamente abbiamo voglia di continuare la striscia vincente. E poi – ha analizzato il capitano dei sannicolesi – sarà il campo a decidere chi meriterà i due punti. Fare una valutazione di questo campionato, dopo appena quattro giornate, è ancora difficile. C’è comunque una disparità evidente tra le squadre, e salta subito all’occhio una netta differenza tra quei team che competeranno per i posti alti della classifica e quelli che invece si ritroveranno più in basso. Per certi versi è quasi come se nello stesso campionato si trovassero a giocare formazioni di categorie diverse. Una sorta di vecchie C1 e C2 fuse. Quindi – ha concluso Garofalo – non sempre le partite sono equilibrate”.