Caserta. Autovelox Provinciale 335, il Codacons pronto ai ricorsi, inviata nota ufficiale: “Il 13/07/2017 sulla strada Provinciale 335 direzione Napoli, l’ Amministrazione Provinciale di Caserta ha installato un Autovelox Multiradar 8580  stabilendo quale limite di velocità 60 Km/h. Ebbene, in soli 15 giorni sono state elevate 80.000 contravvenzioni per eccesso di velocità da un minimo di 130,00 euro ad un massimo di 1500, 00 euro oltre a decurtazioni massicce di punti o addirittura di sospensioni di patenti. Il servizio è stato interrotto il 02/08/ 2017 solo perché le contravvenzioni erano talmente tante che il personale addetto non riusciva più a redigerle !!! Siamo stanchi di Enti Pubblici truffaldini !!!Siamo stanchi di essere trattati come servi sciocchi !!! Utilizzo queste dure parole perché: l’ Autovelox è stato installato in curva; la strada è a scorrimento veloce e il limite di 60 km/h è un abuso; i cartelli previsti per legge sono stati apposti dietro la vegetazione; la strada in questione non risulta essere inserita nelle ordinanze del Prefetto che impongono la riduzione della velocità e quindi l’ installazione di autovelox per ottenere una riduzione del tasso di incidentalità; inoltre, al contrario in questi 20 giorni gli incidenti per evitare l’ autovelox sono stati davvero numerosissimi. A tal proposito, pertanto, il Codacons Caserta ha già inviato al Prefetto competente per territorio una richiesta di chiarimenti per verificare la legittimità dell’ installazione . Tuttavia, nel frattempo, si sono già registrati svariati ricorsi , notificati al Prefetto, per contestare le multe. Il Codacons Caserta quindi invita gli 80.000 contravvenzionati a presentare immediato ricorso indirizzato al Prefetto di Caserta per affermare e ribadire di essere stanchi di subire vessazioni ingiustificate. I termini del ricorso scadono dal  13 al 30 Ottobre (90 giorni dalla data della notifica).