Mondragone/Falciano/Carinola. (Maria Assunta Cavallo). Cane randagio investito è lasciato agonizzante a terra. È successo ieri mattina nel piazzale adiacente la stazione di Falciano – Mondragone -Carinola. L’animale dopo essere stato travolto in pieno, si è accasciato a terra, perdendo copiosamente sangue dalla zampa posteriore
Le persone che hanno assistito al fatto, ricordano un’auto di colore scuro con alla guida un uomo che subito dopo si è dileguato a forte velocità. L’episodio sta suscitando un’ondata di sdegno – tra chi ha a cuore la salute e la vita degli animali – nei confronti di chi non si è preoccupato né di prestare soccorso,  né di chiedere aiuto alla polizia Municipale. Dal 27 Dicembre 2012 il Codice della Strada punisce l’omissione di soccorso di animali in caso di incidente stradale, e chiunque non ottempera agli obblighi dell’art.189 comma 9-bis è soggetto alla sanzione amministrativa da euro 83 a euro 331. Dopo varie segnalazioni sul caso, ho personalmente contattato il Comandante della Polizia Municipale di Falciano del Massico, Bernardo Scialò che in tarda mattinata ha effettuato un sopralluogo presso lo scalo ferroviario, ma del cane nessuna traccia. Della vicenda si stanno occupando anche i volontari di Mondragone, di Falciano del Messico, di Francolise che in stretta collaborazione con il dottor Gianni Ferrara dedicano il loro tempo al recupero di cani abbandonati e feriti. Quanto accaduto offre lo spunto per una riflessione sulla velocità delle auto in zone dove essa dovrebbe essere ridottissima, e sulla insensibilità di molte persone nei confronti degli animali e questo non è più tollerabile in una società civile. Non mi stancherò mai di ricordare a quanti fanno “orecchie da mercante” che il maltrattamento e l’omissione di soccorso verso altri esseri viventi, sono dei reati.