RecaleSport

ASSEMBLEA FIGC. Magliocca guarda alle infrastrutture mentre Sibilia vuole la legalità


Recale (Oreste Cresci). Ieri sera a Recale si è tenuta l’assemblea annuale del comitato provinciale Figc-Lega Nazionale Dilettanti. All’incontro, moderato da Giovanni Fiorentino, ha partecipato un parterre d’eccezione: il presidente della Lnd nonché vice presidente vicario della Figc Cosimo Sibilia, il presidente della Provincia di Caserta Giorgio Magliocca, il delegato provinciale Coni Michele De Simone, il segretario del comitato regionale Andrea Vecchione, il sindaco di Recale Raffaele Porfidia, il delegato provinciale Gerardo Trombetta, il presidente della sezione Aia di Caserta Antonio Sant’Angelo, ed il dottor Bartolomeo Nero in rappresentanza del Prefetto di Caserta. Durante il suo breve intervento Giorgio Magliocca ha espresso la necessità e l’esigenza di investire nelle strutture sportive presenti nella provincia casertana al fine di innalzarne la qualità e rendere le squadre più competitive. Molto più articolato è stato invece, l’intervento di Sibilia, che non si è risparmiato su alcuna tematica: dalla novità dell’iscrizione gratuita al campionato di terza categoria per le società, alle magliette da gioco personalizzate e date in custodia ai tesserati delle proprie società, alla collaborazione fra arbitri e società troppo spesso in contrasto, alle problematiche della Figc successivamente all’esclusione della nazionale italiana al prossimo mondiale, per poi concludere appellandosi alla correttezza di tutti i membri del comitato esclamando “chi ha rapporti con persone squalificate a vita se ne assume le responsabilità ed anche le sanzioni disciplinari annesse alle proprie azioni” riferendosi ai vertici che gestivano il comitato regionale campano prima del commissariamento. Contestualmente è stato dato vita ad un dibattito con gli intervenuti che hanno avuto modo di porre domande al presidente della Lnd. Al presidente Di Donato della società Falciano, che ha sollevato questioni sulla composizione del girone regionale della seconda categoria ha risposto: “Lei è andato nel girone con le società di Napoli perché erano più vicine a lei. Venga a Napoli al comitato regionale e le dimostrerò che è così, se non sarò in grado di farlo le chiederò scusa”. Mentre al presidente della Tdl Marcianise Imparato che ha  sollevato dubbi in merito alla questione dei settori giovanili ha risposto: “Avremo modo di poter comprendere quelle che sono le condizioni degli impianti ma su questo abbiamo poco potere, speriamo di poter comunque dare sollievo alle vostre esigenze”. L’occasione dell’assemblea annuale della Figc è stata l’ultima tappa, per il comitato provinciale di Caserta, di avvicinamento alle elezioni regionali del comitato che si terranno a Napoli il 18 dicembre e che serviranno a scegliere i nuovi vertici del calcio campano.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close