ARRESTATO FINTO MILITARE. Gianfranco Lamonica recluso in ospedale

ARRESTATO FINTO MILITARE. Gianfranco Lamonica recluso in ospedale
image_pdfimage_print

CASERTA – L’accusa che pesa sulle sue spalle è di resistenza a pubblico ufficiale con l’aggravante dell’uso delle armi. Gianfranco Lamonica, è agli arresti, in ospedale a Caserta. Le sue condizioni continuano ad essere gravi. L’uomo oggi intorno alle 13 ha minacciato di fare una strage con una pistola che poi, nel corso delle indagini, è venuta a galla che era finta. Il 41enne per anni aveva finto di essere un reduce di guerra. E’ stato sparato alla coscia e alla gamba dai poliziotti. A Puccianiello, nel quartiere dove vive con ladre, lo conoscono tutti come reduce di guerra ma in verità era un nullafacente e in casa nascondeva cinque armi ad aria compressa e un mini arsenale di fucili per il softair.
IL PRIMO LANCIO DI OGGI ALLE 13,20
CASERTA – C’è stato, pochissimi minuti fa, un conflitto a fuoco in pieno centro a Caserta, lungo via Tescione. Al momento si sa solo che c’è una persona ferita dopo una sparatoria in un bar di via Vescovo Natale. Il ferito pare che sia entrato all’interno del negozio e poi ha minacciato tutti con una pistola. Di lì è nato un conflitto a fuoco. Una persona ferita è stata trasportata in ospedale. Pare si tratta di un ex militare. Ci sono diverse persone sotto choc. Al momento il rione Tescione è chiuso al traffico veicolare. Sul posto ci sono carabinieri e agenti della Squadra Mobile di Caserta. Seguiranno aggiornamenti.
Ore 14.10: In questi minuti è appena arrivata un’altra ambulanza. Pare ci sia una persona sotto choc. Non si conoscono le sue condizioni.
Ore 14.15: Si tratta dI Gianfranco Lamonica che è entrato con una pistola nel bar Chimera, dove ha intimorito diversi clienti. Quando si è rivolto con la pistola contro le forze dell’ordine, è stato sparato ad un braccio e alla gamba. È stato immediatamente trasportato all’ospedale.

Related posts