CASAL DI PRINCIPE – Alla fine del match di Eccellenza Albanova-Afragolese, prima del quale si erano registrati scontri con due feriti, il presidente della squadra di Casal di Principe ha annunciato le proprie dimissioni. “Mi sento tradito dai miei tifosi – ha detto il patron dell’Albanova Giuseppe Zippo – ho visto scene di guerriglia urbana che a Casal di Principe non siamo abituati a vedere; ho addirittura visto a terra il direttore generale dell’Afragolese Pannone, un uomo di 80 anni. La mia avventura all’Albanova finisce qui”.

PRIMO LANCIO DI IERI
CASAL DI PRINCIPE – Un pomeriggio di ordinaria follia all’esterno dello stadio “Angelo Scalzone” di Casal di Principe. Nei minuti precedenti alla sfida tra Albanova ed Afragolese, le due tifoserie si sono scontrate in una vera e propria guerra. Sono volati calci, pugni, transenne addosso alla gente e diverse persone contuse. Consapevoli che fosse una partita a rischio, le forze dell’ordine hanno cercato di frenare i tafferugli ma non hanno potuto evitare il contatto di tante persone: così da Capua e Santa Maria Capua Vetere sono giunte altre camionette in tenuta antisommossa. A cercare di dividere le fazioni anche i presidenti Giuseppe Zippo e Raffaele Niutta che nulla hanno potuto contro cotanta violenza, mentre il direttore Nicola Pannone ha accusato un malore. Nel frattempo la partita è iniziata ed i gruppi ultras delle due squadre non sono entrati all’interno dello stadio. Una brutta pagina di sport per il calcio campano.

Guerriglia a Casal di Principe