SAN FELICE A CANCELLO – Ecco la lettera che ha postato su Facebook in questo giorno di Pasqua, l’avvocato Maria Rosaria Martinisi dedicata al fratello Attilio, deceduto venerdì mattina stroncato da un infarto nella sua abitazione di via Roma.

“Oggi, come tutte le mattine, mi avresti chiamata x dirmi ” A só, buongiorno e buona Pasqua, tt appost?” …
Amo, tu non sei andato via, hai solo raggiunto la meta della serenità, della pace, della sensibilità…. questo mondo era piccolo, troppo, per te…
Attí, tutto resta esattamente come era.
Io sono io e tu sei tu.. una cosa sola,
e la vita passata che abbiamo vissuto così bene insieme è immutata, intatta…
Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora…di piu, per l ‘eternitá.
Fraté, ti chiamerò come ti ho sempre chiamato, ti parleró nello stesso modo affettuoso che abbiamo sempre usato.
Tu non vorresti mai che io cambiassi tono di voce, assumendo un’aria solenne o triste….non ti piaceva..
Continueremo a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme…
Ora sorridi immensamente, abbraccia intensamente, ama visceralmente, suona di pancia come mai prima….allieta il paradiso….
Mio cuore, mia anima …vai felice come meriti…
Vita mia, essenza del mio tempo terreno vivrai sempre nel cuore e nel ricordo chi, anche x un attimo, ha avuto la grazia di incontrarti…
Mi lasci un onore Attilio Martinisi … quello di essere tua sorella, di poterlo gridare a gran voce…
Ora vai, con il tuo basso in mano, in questa giornata di sole…viaggia nel mondo leale e puro che hai sempre sognato, vivi tra gli angeli, abbraccia papà, stringi Alfonso…. e tienimi sempre la tua mano nella mia….In the sound of silence…for you”.