A San Felice la maggioranza si sfalda: nasce il gruppo anti ex Fi. Out out di Sgambato: meglio andare a casa

A San Felice la maggioranza si sfalda: nasce il gruppo anti ex Fi. Out out di Sgambato: meglio andare a casa


SAN FELICE A CANCELLO L’uno contro l’altro armati. Ebbene sì, la maggioranza del sindaco Giovanni Ferrara è oramai evidentemente spaccata in due. Se da una parte ci sono gli ex forzisti che, hanno messo i puntini sulle “i”, dall’altra c’è tutto il gruppo delle civiche che ha estromesso i due consiglieri già dissidenti Lello Melchiorre e Vincenzo Sgambato. Proprio quest’ultimo da voci di corridoio pare abbia forti “mal di pancia” per quello che sta accadendo e avrebbe in più di un’occasione alzato la voce sottolineando che un’amministrazione comunale che da mesi oramai è una fase di stallo è meglio che si dimette.

Senza dirigenti, funzionari e con problemi strutturali della pianta organica ben evidenti, il rischio di un dissesto bis (nonostante il sindaco sta tentando approcci con il Ministero dell’Interno ed ha anche incontrato i vertici accompagnato dall’assessore Pignata e il consigliere Carfora) l’amministrazione comunale non ha certamente vita facile.

Ed è così, che nelle ultime ore prende sempre più piede la voce che i consiglieri delle civiche, escluso Melchiorre e Sgambato, compreso i due consiglieri della lega De Lucia e Rongone formeranno un gruppo unico in Consiglio e si posizioneranno in maniera antagonista agli ex forzisti.

In mezzo a questo marasma c’è la fascia tricolore, al momento ancora immobile e per di più con dei seri problemi che riguardano anche rapporti personali con chi fino ad oggi, invece, gli è stato vicino e lo ha sostenuto in toto ed ora, invece, sta scalciando per un posto al sole. Le prossime ore saranno decisive. Seguiremo la vicenda e vi aggiorneremo. Seguiteci!!!


Related posts