A Maddaloni prima riunione di Giunta. De Filippo: la città ha bisogno di una svolta

A Maddaloni prima riunione di Giunta. De Filippo: la città ha bisogno di una svolta

Maddaloni. Si è svolta ieri pomeriggio la prima riunione di giunta. Tra le delibere evidenzio la presa d’atto del PUC (ex piano regolatore). Atto che apre una decisiva fase di consultazione anche di tutte le forze politiche finalizzata alla definizione e successiva approvazione di uno strumento da troppi anni atteso dalla nostra città. Senza tentennamenti come promesso dal Sindaco in campagna elettorale.

Questo l’intervento del primo cittadino al termine della riunione: “Cari maddalonesi, questo pomeriggio si è tenuta la prima riunione di Giunta. Con gli Assessori del Comune, si è preso atto del preliminare del Piano Urbanistico Comunale, per avviare da subito un confronto trasparente e pubblico con tutta la classe politica e con le forze Sociali, economiche e culturali della città. Maddaloni necessita di una svolta territoriale da cui non possiamo più tirarci indietro e questo richiederà un forte impegno da parte di tutti. Ancora oggi, la scuola S. Domenico resta una ferita aperta del nostro territorio. Oggi abbiamo messo un altro tassello per riconsegnarla alla città e ai nostri studenti entro fine ottobre. Abbiamo approvato lo schema di assestamento di bilancio da portare in consiglio entro fine mese per mettere ordine nei conti del Comune. Tra i punti all’ordine del giorno, si è deliberato anche sulla digitalizzazione della biblioteca. Questa nuova era digitale ci impone di stare al passo con i tempi ed è giusto che anche la nostra città si faccia trovare pronta a uno sforzo utile soprattutto alle nuove generazioni. Proseguono intanto i lavori per il ripristino del verde pubblico, quelli contro la sosta selvaggia e i primi controlli ai filmati contro lo sversamento illecito di rifiuti. Stiamo facendo del nostro meglio per riportare la normalità, ma abbiamo bisogno di tempo e del prezioso contributo di voi tutti. Stateci vicini. W Maddaloni, W i maddalonesi”.

Related posts