FINAL FOUR RAGGIUNTA. Maddaloni schianta Monte di Procida

Maddaloni. La Pallacanestro San Michele Maddaloni domina la Virtus Monte di Procida e stacca il pass per la Final Four di Coppa Campania. Con l’assenza di Luciano Rusciano per influenza, Maddaloni fa partire in quintetto Giulio Spallieri. La gara nei primi minuti è piuttosto equilibrata. Non mancano gli errori, spesso per cattive scelte di lettura. Soprattutto Maddaloni rifiuta a prendere diversi tiri e così al 5′ si è ancora sul 7-7. I padroni di casa cercano comunque di dare una spallata alla gara, sfruttando una maggiore organizzazione di squadra. Federico Requena è particolarmente ispirato ma non basta per raggiungere la doppia cifra di vantaggio al primo mini riposo. Il secondo quarto si sviluppa sui binari dell’equilibrio soltanto per alcuni minuti. Poi i biancazzurri stringono le maglie in difesa e per Monte di Procida è buio pesto. Ivano Ragnino è lesto a rubare due palloni consecutive e a tramutarli in facili punti, mentre Carmine Moccia inizia a tartassare di canestri la difesa avversaria. In generale però è tutta Maddaloni che riesce ad esprimersi al meglio, e a raddoppiare gli ospiti ormai rassegnati sul 48-24 al 18′. Prima del riposo lungo arriva anche il canestro che vale il più trenta.
Al rientro dagli spogliatoi la gara è ormai segnata. Maddaloni gioca anche sull’onda dell’entusiasmo e raddoppia nuovamente gli avversari sul 60-30 al 24′ con il canestro di Francesco Chiavazzo, che in questo periodo si esalta e diventa immarcabile. I biancazzurri dominano in lungo e in largo, e nel frattempo la cabina di regia viene affidata al giovane Antonio Cioppa bravo sia a gestire il ritmo della gara che a realizzare quando è libero. Nell’ultimo periodo il San Michele controlla senza alcun patema il largo vantaggio, con coach Adolfo Parrillo che schiera addirittura un quintetto completamente under. I giovani si fanno trovare pronti e concentrati, mantenendo comunque alto il livello del gioco. Sono soprattutto Giuseppe Pascarella e Rosario Bocciero che infilano tre bombe consecutive che iniziano a far scorrere i titoli di coda già al 34′. Il resto del match è puro garbage time.

Pall. San Michele Maddaloni- Virtus Monte di Procida 88-62
Parziali: 23-15; 54-24; 71-42.
Maddaloni: Requena 15, Ragnino 11, Bocciero 6, Cioppa 11, Spallieri 4, Moccia 13, Desiato 2, Pascarella 8, Della Peruta 2, Chiavazzo 16, Cerreto, All. Parrillo, Ass. Dandolo.
Monte di Procida: Nastri, Scotti, Fiorini 4, Lubrano, Illiano 6, Regio 7, Barbieri 18, Esposito 13, Lubrano Lavadera 4, Lucci 10, All. Parascandola.

Nessun commento

Lascia un commento