LA POLEMICA. De Luca chiama Razzano per il raddoppio del collettore ma Pirozzi: basta campagna elettorale, facciamo i fatti. Siano presenti solo i sindaci

Santa Maria a Vico (giobla). “Mi auguro che questa volta in Regione non ci siano candidati sindaci. Basta con la campagna elettorale e con le farse. Invochiamo un cronoprogramma dei lavori”. A parlare è Andrea Pirozzi, sindaco di Santa Maria a Vico che è stato convocato in Regione, ed in particolare dal presidente della commissione ambiente Gennaro Oliviero, per la vicenda del collettore fognario insieme a tutti i sindaci del circondario, compresi quelli di alcuni comuni del beneventano. Il sindaco del Comune della Valle di Suessola polemizza sulla presenza durante l’ultimo incontro sul tema in Regione del candidato sindaco del Pd, Giuseppe Razzano. “L’ultima volta che siamo stati in Regione, convocati direttamente del Governatore De Luca, – continua Pirozzi – c’era anche un candidato sindaco di Maddaloni. Non è possibile parlare con chi non ancora è stato scelto dal popolo. Bisogna confrontarsi con i sindaci del territorio e con i commissari prefettizi che stanno seguendo le vicende del Comune quotidianamente. Non voglio assolutamente polemizzare, ma precisare che sono infastidito di quello che accade. La campagna elettorale bisogna farla sui propri territori e non in Regione o nelle sede non opportune”. Intanto, la prossima settimana si riaccederanno i riflettori nuovamente sul raddoppio del collettore fognario denominato Valle Caudina a servizio dei Comuni di Arienzo, Cervino, Santa Maria a Vico, San Felice a Cancello, Maddaloni, Acerra, Arpaia e Forchia, finanziato con Por Fers.

 

Lascia un commento