DANNI ALL’ECONOMIA A TEANO. Corso Vittorio Emanuele chiuso al traffico, commercianti sputano veleno contro l’amministrazione in un manifesto al vetriolo

Teano. Disagi per i commercianti di corso Vittorio Emauele che si sentono soli e abbandonati al punto da approntare un manifesto di garbata protesta affisso stamani nell’intera città. Questo il testo: “Ormai da giorni la caduta di calcinacci dal campanile della ex-chiesa dell’Annunziata ha determinato l’interruzione del transito veicolare e pedonale sul tratto a senso unico del corso Vittorio Emanuele, arteria principale del centro storico di Teano.Gli uffici competenti del comune e le autorità locali di pubblica sicurezza, dopo la ordinaria e scontata collocazione di transenne mobili, si sono concentrati con grande dispendio di energie in uno studio tecnico eccezionale molto impegnativo per la risoluzione del caso!Intanto gli operatori commerciali dell’area urbana interessata, più volte derisi dalla totale indifferenza e superficialità di tutti,restano purtroppo in balia degli uffici tecnici comunali “competenti” che ,dopo numerose promesse disattese, non hanno dato ancora inizio ai lavori essenziali di messa in sicurezza dei luoghi, sia pure con un minimo urgente intervento che si sarebbe dovuto e potuto realizzare “ad horas”, vale a dire nelle 24 ore successive  all’evento. Vogliamo portare all’attenzione di tutta la cittadinanza questo comportamento deplorevole e incomprensibile degli uffici comunali preposti alla risoluzione del caso senza dimenticare l’assenza di qualsiasi manifestazione di solidarietà da parte del  sindaco Di Benedetto: in sintesi dobbiamo registrare questo fatto come l’ennesimo esempio di cattiva gestione e interpretazione della pubblica amministrazione e del famoso quanto abusato”.

Nessun commento

Lascia un commento